E’ tutta questione di pappatoria

Sento il dovere di  consigliarvi cladamente questo post di Val. In realtà vi consiglio tutti i suoi post, ma questo mi sembra particolarmente significativo, visto che parla da sé.

Esaurita (…) questa specifica questione, vi aggiorno. Per il momento i calcoli rimangono dove stanno, solo cercheremo di non farli ingrossare ulteriormente.
Come?
Anche se non è certo cosa li stia provocando, intanto vediamo di tenerli sotto controllo via ecografia, di bere un botto e di depennare dalla lista tutte le cose che portano ossalati, visto che è l’opzione più comune. E cosa, quindi?
Barbabietole rosse. (ok, mi piacciono ma posso convivere con la loro eliminazione)
Spinaci. (No, pork… d’inverno ne mangio a chili… e vabbeh…)
Acetosella. (Non ne faccio uso, bene)
Fichi secchi. (Mi piacciono solo appena colti, ottimo)
Cacao e cioccolata. (No, il mio medico non ha avuto il coraggio di togliermeli)
Tè. (IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIHHHHH!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!)

No, cioè, il tè. IL TE‘.

Bestia nera maledetta.

Non posso farcela. D’inverno è la mia consolazione (insieme alla cioccolata, che è anche la mia salvezza, e il gelato al cioccolato, per quando la cioccolata non c’è). Quando me lo ha nominato m’è preso lo sconforto nero. Già mi erano venuti i lacrimoni quando, anni fa, mi sono resa conto che non ne potevo più bere una tazza dietro l’altra perché sono ipersensibile alle sostanze eccitanti (volete ridere? fatemi bere un caffé), e mi son girate le scatole perché lo adoro e ne ho di tutti i tipi. Sono una patita del Tè Nero Chai, ad esempio. Che ora si è trasformato nella Bestia Nera Chai.
Ma no, non devo tirarmi giù. Ci sono le tisane. C’è il rooibos. Sì, dai. Su, su, non buttiamoci giù, eh?

E poi non è così tutto chiarissimo e cristallino. Voglio dire, la vitamina C non aiuta coi calcoli, però  il succo di limone si ritiene essere un toccasana. Il prezzemolo compare in una lista come da evitare, altrove invece dice che aiuta. Che cazz’, mettevi tutti d’accordo, vi prego.

Io so solo che se non vado da una dietologa che mi infila un laccio al collo continuerò a non capire come e cosa devo fare. Ma costa tanto.

Comunque oggi andavo in giro per la città vuota con i sudori di debolezza addosso, e la mia mente se ne andava qua e là, vagando attraverso ricordi e la meravigliosa sensazione che esistono momenti in cui la città è davvero solo tua. E di qualche bambino che gioca nel parco.

Nonostante i reni, il tempo di merda, il freddo, l’umidità e i dolori assortiti, direi che sono comunque tenacemente felice.

14 Responses to “E’ tutta questione di pappatoria

  • Ciofo
    9 anni ago

    Spumabyonda e TAAANTO limone, poi bevi quello che vuoi.

    dai retta, palle! 😉

  • Non conosco la tua situazione sanitaria, ma non è possibile una litotrizione? Se ti massacrano i calcoli, dopo sei come nuova…

  • ah meno male và (che sei felice). comunque i calcoli si eliminano facilmente da quanto ne so… o no?

  • reginaindiuno
    9 anni ago

    Nooooooo!!!! Il tea nooooo!!!!!!!!
    Quanto ti capisco! Se mi togliessero il tea sarei morta…soprattutto adesso che ho la pressione bassissima (min 57, max 92). Conta anche che io non bevo caffè… 😐
    Il mio preferito è l’Earl Grey, quello che fa Ahmad Tea, ma non disdegno il nero, quello forte forte da breakfast o quelli che mi portano gli amici che vanno in oriente.
    Ciao Lyp, in bocca al lupo e continua ad essere tenacemente felice!

  • Tesoro ma io e te ci compensiamo eh!!!
    A me hanno levato tutto!!!! Grrrrrrr grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr! 🙂

    Però quella cioccolata, cavolo! Devo proprio fare uno strappo alla regola per te! E spero capiti prestissimo porca paletta ladra ahahah 😉

    Come ti senti ora?

    Io te lo racconterò live.. pare che siamo sulla giusta strada, ma non diciamo nulla, non si sa mai!

    bacini bacetti

  • Pure la mi’ sorella c’ha i calcoli e quando sta male sta proprio MALE, epperò continua a mangiare porcate… peggio per lei!
    Io invece col colesterolo non so più che mi devo mangiare, se poi esco con gli amici è meglio che non esco, tanto fuori non trovo niente che non abbia qualcosa che non posso mangiare. Il mondo è crudele!

  • @ciofo: almeno la spuma potrei berl… no, invece! Dovrei fare attenzione anche a tutte le cose gassate!!!! Ma sarà possibile?

    @Ibadeth: macché, ci speravo anche io, ma per il momento non sono suffientemente grossi (…). Prima o poi s’ingrosseranno di più e allora sì, li bombardiamo, nel frattempo faccio una specie di terapia antilitica con degli integratori, mi adopererò per non peggiorare le cose in tempi brevi e terrò pronto il lixidol per le coliche che dovessero arrivare…

    @stone: sì…. più o meno! Però questi stronzi ritornano.

    @Regina: ecco, l’earl grey piace un sacco anche a me, è il tè base delle mie mattinate! Che spettacolo, hai amici che ti portano roba di prima qualità dall’Oriente… vieni da me che ti offro un té, in cu£o ai calcoli… 🙂

    @Ale: mannaggia, facciamo proprio paio, davvero! La cioccolata allora ce la prendiamo a Lourdes? Oh, io rimango tuned, eh!

    @Rea: penso che ribattezzerò queso blog “il privé delle trentenni sfigate col cibo”… fra tutte quante qui si tira su un lazzaretto di quelli epocali… Basta, suicidiamoci di sacher, non se po’ campa’ così! XD

  • comunque stò tè che bevi tu sembra davvero buono…

  • FulviaLeopardi
    9 anni ago

    in bocca al lupo con i calcoli, detto questo: “a me mi” chiamano la brittannica perché bevo sempre the, al lavoro; ma c’hai presente lo schifo macchinettoso aka caffédimmerda? ecco.

    mdf invece l’estate va di the caldo…l’estate!!!!

  • Ciofo
    9 anni ago

    Succo di limone, succo di limone, succo di limone!

    O qualcosa di ugualmente ACIDO, che ti sciolga ben bene quei sassi nei reni.

    Funziona per sciogliere il calcare al pinguinodelonghi, funzionera’ anche per te!

    (ok per il pinguino uso l’acido citrico ma il principio e’ quello)

  • @stone: ti assicuro che è una bomba, e quelli che mi ha portato la mia amica inglese da Londra sono anche meglio… sigh, non mi ci fa’ pensa’!

    @Abs: ho presente, ho presente, mi tocca berlo anche a me (mi a me ma mu) quando la macchinetta non mi fornisce nulla di cioccolatoso per ripigliarmi dalle smanie 😀
    MdF rulez, anche io ogni tanto lo faccio! 40° fuori, 40° dentro (lo stomaco)… fa effetto paradosso e ti prende il fresco!

    @Ciofo: pensa, il limone sì ma l’arancio no! Io c’ho da capi’ come funziona ‘sta storia! Sono basita! Mi basilisco! 😀

  • ciao!!!!
    i calcoli sono un brutto affare ho fatto una colica nel 2006 ed è stata un’esperienza ai confini della realtà, ora mi sono rimasti quelli alla cistifellea mi dicondo di attendere la prossima colica e di farmi operare….x’ quelli nn sono come quelli ai reni quelli se li hai te li tieni!
    quindi pensa che puoi fare qualcosa per mandarli via!
    in bocca al lupo x i tuoi vari acciacchi!
    buona fine estate

  • reginaindiuno
    9 anni ago

    :-O anche io la mattina bevo sempre Earl Grey…e chissà chi era stò Conte Grey
    Appena sento di qualcuno che va verso est raccomando di portarmi il tea. Mi accontentano sempre.
    Grazie per l’invito, ma devo declinare. Sono tornata a Sassari definitivamente e ho lasciato Firenze. In modo abbastanza rocambolesco (se vuoi, puoi chiedere a Cbicp di raccontarti). Però chissà…..come diceva 007: never say never again 😀
    Good luck!

  • @dessd: anche te quindi fai parte del lazzaretto, eh? madò, alla cistifellea son bestie nere… coraggio, faccio il tifo per te!

    @regina: doh, peccato! Chiederò a Cbicp i dettagli del caso… vabbeh, se mai ci incontreremo (a Sassari?) mi porto il tè dietro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.