Perle in numero di otto.

“Non c’è un filo di vento.”

E’ come dice Bollani, però è primavera. Nonostante io sia arenata in un loop controproducente, qualcosa produco.

E fra le cose utili (di cui avrete notizie presto) ce ne sono molte inutili.

Come questa.

Evado volentieri, in questi giorni. Dovrei farne un mestiere.
Forse, se mi avessero preso alle Belle Arti… ma in quel caso forse non avrei fatto il Siena Jazz. Non sarei andata ad abitare in culo ai lupi per tre anni. Non avrei diviso casa con il Lurker, imparando a conoscerlo.
La vita è fatta di bivi strani.

10 Responses to “Perle in numero di otto.

  • sliding doors… come sempre…

  • bellissima la canzone di Bollani…

  • Se ti avessero preso alle Belle Arti? Fortunata! Guarda me e il Flas e tira un sospiro di sollievo.

    Comunque: se arrivate ad un bivio, imboccatelo. (Yogi Berra)

  • @stone: ringrazia il Plas per avermela fatta conoscere!

    @Plas: in verità mi piacerebbe essere come voi 😀
    Non è che prendete apprendiste?

  • Ti prenderemmo al volo ma siamo due sgureggioni.

  • grazie Plas!

  • ciofo
    11 anni ago

    Bel disegno, sono il nuovo gruppo di D&D o del LIVE? ^__^

  • @Plas: sigh sob strasighsob.

    @Stone: che cittino educato! XD

    @Ciofo: nu, è un bozzetto di riferimento di una narrazione a due 😀 prima o poi… prima o poi… saprete tutto! XD

  • Disegni bene, però…

  • Grazie, ma sono pigra anche in quello XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.