Cibarsi è bene, ma non cibarsi è stupido. (?)

Invece di pensare alle cose che mi fanno star male veramente (tipo il lavoro inesistente e il fatto che mi sono sinceramente rotta le palle di non poter MAI contare su niente di niente di niente perché ogni autunno c’è da rifarsi dal nomine patris), esternerò tutta la mia frustrazione concernente ben altra roba.

Ad esempio, ‘sta ca$$o di DIETA.

Sì, no, vabbeh, quest’estate fra una cosa e l’altra non l’ho seguita come avrei dovuto (ma come avrei dovuto, del resto?) quindi se sono sempre inchiodata su cifre altissime è colpa mia. Però riflettevo sul fatto che a voler essere proprio precisini, la mia dieta dovrebbe tener di conto di ben CINQUE regimi alimentari, con tutte le loro restrizioni e mazzi e lazzi, più delle scelte etiche, del portafoglio e di un altro dettaglio di non pochissimo conto.
Le scrivo non tanto per smarmellare i neuroni a chi – ahilui/lei – mi legge, ma anche come promemoria.
Poi se vi sentite di valutare la situazione, bestemmiate pure liberamente.

Unica dieta valida IMHO: mangiare ombrelli. Perché se voglio morì, mangio un ombrello. (cit.)

1) HARD ROCK MADNESS #1
Metà dei miei adorati calcoli renali (quelli con scritto sopra “puro acido urico”) sono di gusti difficili, quindi quel che do loro da mangiare è poco rilevante, tranne che per un must: niente carne rossa, e possibilmente poca ciccia in generale. Fin qui ci si può stare: meno carne mangio e più me la godo quando mi concedo il lusso. Accettabile.

2) HARD ROCK MADNESS #2
Per appagare l’altra metà dei miei calcoli, quei teneri agglomerati di ossalato di calcio, invece ho dovuto mettere da parte quattro dei grandi amori delle mie serate invernali (più altra roba che faccio finta di non ricordare), ovvero bietole, barbabietole rosse, spinaci e tè. Sì, porco qui e porco là, il TE’. In compenso posso mangiare cavoli, limone e lamponi a piovere, e questo mi aggrada. Però, gli spinaci, ca$$o. Gli spinaci, eh. Non si fa.

3) GRAZIE ANTENATI!
Visto che di famiglia i valori di colesterolo del mio sangue martoriato tendono a schizzare verso l’alto a prescindere dal cibo ingurgitato, i miei vasi sanguigni mi raccomandano di mangiare poche uova, poco parmigiano (l’unico formaggio che mangiavo.. e avevo ricominciato da poco, diogristo) e poca qualsiasi-cosa-contenga-grassi-gonfi. Non voglio nemmeno pensare a cosa ho dovuto far fuori dalla mia alimentazione: meglio non ricordare che certe cose continuano ad esistere a prescindere dal fatto che io le possa mangiare o no.

4) CHE FIGATA ESSER DONNE…
…soprattutto quando di famiglia (e grazie antenati, di nuovo) il tuo corpo si comporta sempre come un criceto preoccupato per la sua sopravvivenza invernale e accumula TUTTO quel che gli metti davanti in posti dove sarà difficilissimo mandarlo via. E visto che sono adatta allo sport come una mattonella di porfido, tagliare via carboidrati e amidi, via, via, cut cut! Poca pasta, poco pane, poche patate, poca roba da forno, pochi cereali, poco… avete capito. E, per la cronaca, mi gonfio anche se ne mangio un paio di volte alla settimana.

isl_cri1

Notare come le proporzioni guance-restodelcriceto si avvicinino molto a quelle di cosce-restodilypsak

5) DE QUALCOSA ‘OGNA CAMPA’!
A me sta sul ca$$o Pierre Dukan con la sua listina di alimenti belli proteici perché prima di tutto a seguirla io non perdo un chilo e il Frank sì, e poi perché campare di proteine (ma no i legumi, che sei pazza?) è da maniaci. Quindi io non lo caco, mica posso campà de ciccia, ma visto che non me posso neanche ammazzare di carboidrati ho preso da quella folle dieta l’idea di mangiare tante verdure e tanto pesce… il che per me è una figata, ma…

I DILEMMI ESISTENZIALI
…anche se calcoli, vene e tessuto adiposo mi gridano  in coro di sfondarmi giornalmente di deliziose prede ittiche, la mia coscienza rimorde e ribolle per una quantità infinita di motivi. La pesca è una delle attività più coinvolte in scandali e abusi esistenti al mondo e una delle faccende in cui l’uomo dimostra di essere un demente decerebrato senza possibilità di salvezza. Vi rimando ai siti specializzati per farvi un’idea.

Fortunatamente spesso si riesce a trovare il pescato povero a prezzi bassi, ma se uno vuole le certificazioni giuste (basso impatto ambientale, etc etc) deve avere un buon pesciaiòlo di fiducia e/o attaccarsi al picciòlo e sborsare i veri vaìni. E qui si arriva a

IL BUSILLIS DEL PORTAFOGLIO
che è sempre vuoto. E a cercare di seguire qualsiasi dieta lo diventa ancora di più.

Insomma, un piatto di pasta in bianco costa pochino, ma mi si gonfia il pancino. Il pesce andrebbe bene per tutto, ma è un campo minato. La verdura è giusto prenderla solo di stagione, a km 0 e non di serra. La ciccia ne mangerei meno che si può, ma sarebbe meglio di un piattone di rigatoni.
Non riesco a mettere d’accordo tutte queste cose fra loro.
L’unica cosa di cui sono sicura è che

MY DEAR FIBROMYALGIA
no, non prenderò SSRI o antidepressivi per combatterti, o mia cara amica compagna di ogni giorno della mia vita. Esiste un altro modo per rimettere in sesto, seppur transitoriamente e forse in parte illusoriamente, tutta ‘sta serotonina che non ti riesce vedere bene: un prezioso, meraviglioso, miracoloso alimento senza il quale ogni resistenza diventerebbe futile.
Sebbene teoricamente dovrebbe essere escluso da ogni dieta, ogni considerazione, ogni regime alimentare salubre, o per lo meno esser tenuto molto sotto controllo, non me ne potrebbe fregare di meno.
La cioccolata fondente non me la tocca nessuno.
MAI.

(Se mai un giorno sviluppassi un’allergia, assalirò armata di Omotigre una folla qualunque e chiederò antistaminici in cambio del rilascio degli ostaggi) (e comunque ci deve essere un limite al delirio alimentare, ca$$o)

No, così no, spreconi! E poi leccare la vasca è faticoso.

6 Responses to “Cibarsi è bene, ma non cibarsi è stupido. (?)

  • Valentina
    6 anni ago

    Lastrina, fai come me, nuota nuota nuota nuota nuota! A rana, a delfino, a sogliola, a cagnolino, a martello (?) a come ca@@o ti pare ma nuota. Vieni a Subbiano con noi, io nuoto con il mio maritino mentre i pargoli fanno il corso (finchè dura fa verdura..ops non la devo nominare, giusto?) e in effetti mi sgonfio. E mi fanno male meno le ossa, e non è necessario essere meno di una mattonella di porfido, basta usare la tavoletta ;-). Prova. E ci porti anche il Frank. E via. E mangi quello che ti pare, di qualcosa ‘gna murì!

  • Ma a me piace moltissimo nuotare! Quando ero piccola ero anche in una squadra… è che odio la piscina, l’umidità mi fa male e il Frank nuota malissimo XD
    Però appena la temperatura è sostenibile vado a drogarmi di snorkeling, te lo prometto! Metto da parte i soldini e mi compro anche una maschera seria!

  • Valentina
    6 anni ago

    Sì vabbè mica devi fare nuoto sincronizzato con il Frank 😉 ti compri una bella muta da sub che essendo nera anche sfina…. bello bellissimo lo snorkeling però…

  • Ciofo
    6 anni ago

    bojade’ questa non e’ una dieta, e’ una tortura! X-(

  • Io insisto: l’unica dieta bona è quilla de ‘n magnà.
    Non morire di fame, ma mangiare meno di tutto e fare disperatamente del moto. Non c’è verso.

  • Sì, ma che è ‘sta storia della password?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.