E tornava vittoriosa!!!!

Ebbene sì! Finalmente fuori dalla città di torri, campane e figli di sultane! (*)
Che dire se non: PECCATO!
Non tanto per Siena (tanto ci torno domani, ché…), ma per il fatto che i Seminari di Siena Jazz sono giunti al termine, e quando finiscono loro anche l’estate è lì che li segue a grandi passi… insomma, quest’anno l’estate non è che me la sia goduta più di quel tanto… tranne che per alcuni dettagli.
Tipo:

#1 – 13/17 luglio: In Viaggio col Faggio
Ebbene sì, la vacanza di ben QUATTRO (e, sottolineo, quattro) giorni a Castiglion della Pescaia via Vespa 250 GT è andato alla grandissima! Sì, beh, a parte la vespa – l’insetto, non il mezzo – che mi si è spremuta sul braccio mentre guidavo la Vespa – il mezzo, non l’ins… sììì, divertente! – e mi ha creato una simpatica reazione allergica durata tre giorni e poi sedata a suon di inframuscolo di cortisone e antistaminici… cosa che deve essere stata causata non tanto da ua mia acquisita sensibilità al veleno animale, quanto dalle madonne e dai moccoli tirati negli ultimi tempi dalla sottoscritta… Comunque è stata un’esperienza notevole, e il mio compagno di viaggio era il passeggero migliore che si potesse avere (a parte i piedi n°44):

Come potete notare il bagaglio era minimo e tutto stipato nel bauletto, nel sottosella e in una tracolla (ma giusto la roba da mangiare). Poveri ma molto intraprendenti, abbiamo passato quattro giorni di puro sbraco, mare, amore e parole crociate, soprattutto quando non potevo espormi al sole per via del cortisone (madddicoìo). Ci siamo arrangiati con i primi in busta della Coop perché eravamo troppo squattrinati per comprare affettati tutti i giorni o mangiare al ristorante, e non potevamo portare più di una pentolina, un fornellino e poche altre cose di cucina… però al caffé d’orzo (ebbene sì, nessuno dei due può bere caffé!) non ci abbiamo rinunciato:

E insomma sì, siamo stati come papi, anzi, meglio, senza quelle fastidiose schiere di fedeli che ti gironzolano intorno… immersi nel mare, con una tendina da due e una vespa rossa a nostra disposizione, soddisfatti e felici come bambini scemi. E abbiamo pure mangiato una sera fuori, alla meglio rosticceria di tutta la Maremma ("La Volpe Ghiotta", andateci e prendete la frittura, e poi ditemi se ‘unn ho ragione). E al ritorno ci siamo goduti il seguente panorama:

Peccato tornare a casa. Peccato dover aspettare il prossimo anno per rifarlo perché il campeggio è strapieno e le nostre tasche sono ridotte a brandelli. Ma vabbeh.

# 2 – STRAVINCERE A VINCI!!!!
Dico solo questo: certe cose davvero ti rimettono al mondo. E ti restituiscono un pezzo di mondo.
Con questo le TdA hanno vinto la Disfida dei Rituali alla Festa dell’Unicorno di Vinci, secondo me la festa più bella dedicata al GRV che esista in Italia. Io ho fatto davvero poco per contribuire alla cosa, ma avevo i lacrimoni quando l’ho visto dal vivo. Conoscevo la trama, eppure al momento clou sono rimasta comunque spiazzata. E’ la prima volta,. credo, che il pubblico applaude durante l’esibizione, e non al termine. Son soddisfazioni.


# 3 – Il Gézz

Ecco, è stato un bell’anno. E la compagnia è stata ottima, sotto tutti i punti di vista. Per i dettagli, vi rimando alle foto che forse prima o poi si troveranno sul sito di Siena Jazz. O forse no. Vabbeh, non importa.

# 4 – Codesta casa là
GIAAAAAAAA’! Devo portarvi qualche nuova foto… ci sono novità…

E insomma si torna ad Arezzo, con migliaia di cose da fare. Una volta tanto, non mi dispiace.
Bene, ca$zo. Bene così.
Uh, e a proposito: dal 23 settembre al 1° ottobre voliamo (occazzo, io ho paura dell’aereo!) a Londra dalla Kirsty!!!!! Evvai! Dopo cinque anni, grande ritorno!
Ma di questo parlerò con calma…
Sì, davvero, stasera non ho voglia di pensare alle cose che vanno male… FIESTAAAAAAA!!!!!


(*) Si fa riferimento alle consorti di molti onorevoli capoccia devoti a Babbo Monte, che di quattrini non son prive e, anzi, fan devoto sfoggio di orpelli e cotillons. Olé.

5 Responses to “E tornava vittoriosa!!!!

  • I piedi n. 44 sono essenziali quando si rompono i freni in discesa…i miei mi hanno salvato la vita più di una volta… 😀

    Per il volo non temere…un bel bicchiere di grappa prima della partenza e passa tutto 🙂

  • Ma bene allora… dai, vespa apparte (l’animale, non il mezzo), direi che sta andando tutto bene, e ci scommetto che continuerà.

    ma sì, son positiva stasera (sarà per il -3 alle ferie???)!

  • Bene Faggio.

    Bene Vinci.

    Bene il gezz.

    Bene Londra.

    Ma, cacchio, viva il caffè. Non si può vivere senza il caffè.

  • @Val: però da dietro è difficile frenare, visto che guido io e a malapena tocco terra! Infatti per questosarà difficile che riesca a trovare una moto adatta a me, in futuro…

    @Ali: ferieeeeee… ehhh… invidiaaaa… però viva l’ottimismo coatto! viva!

    @Plas: ebbene sì. Se ne bevo una tazzina, non dormo per giorni e mi prendono le crisi d’ansia da quanto mi innervosisce… al mio compagno di viaggio invece dà un gradevole rombar di intestino con conseguenti dughe rocambolesche e dolorose. Meglio evitare!

Trackbacks & Pings

  • Canti Acidi » Blog Archive » Vamos alla playaaaa :

    […] andare a mangiare nella mitica rosticceria La Volpe Ghiotta (di cui parlai felicemente qui), straviziando. Di per sé la cosa è strabella, no? Perché sto ancora qui a chiedermi dove voglio […]

    9 anni ago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.