Hovvistolaluce!

Ebbene sì, signori, a questo punto credo che i segni che mi ha inviato il destino siano inequivocabili. No, davvero.

Inannzitutto, è evidente che chiunque può scrivere di cose di cui non sa assolutamente nulla e venir pagato per questo. Lo sa bene la giornalista che ha scritto questo impareggiabile articolo sul gioco di ruolo dal vivo, dimostrando un’ignoranza quasi imbarazzante sulla realtà che si accingeva a descrivere e a criticare. (A questo proposito, le TdA hanno sottoscritto insieme ad altre associazioni una bella letterina alla redazione, chissà come si evolverà la cosa – probabilmente in nessun modo, la casta dei giornalisti è inattaccabile ai piani alti)
Mi si potrebbe dire che dopotutto è normale che il 99% della popolazione italiana non sappia una cippa di cosa sia il gioco di ruolo dal vivo, e su questo non discuto, ma di certo quell’alta percentuale di persone per bene non va a scrivere articoli su un argomento di cui, palesemente, non sa nulla o non sa abbastanza. Perché poi cosa succede? Succede come sempre: leggendo un articolo che contiene idee farlocche, la gente che non può opporre conoscenze dirette  si fa un’idea sbagliata sull’argomento. E questo spiega perché la vita dei giocatori di ruolo è così difficile quando si devono chiedere permessi o finanziamenti, nel caso delle grandi associazioni.
Ma non è questo il punto a cui volevo arrivare, bensì far notare una volta di più che si può scrivere su qualsiasi cosa indipendentemente da quanto se ne sa. Via, lo fanno tutti. Molti vengono anche pagati bene per farlo.

L'Odyosa Femmina quantomai fiera sui tacchi (creature per lei indomabili)

Poi, stamattina, l’altro segno del destino. Mentre ascoltavo quel geniale programma che è Il Ruggito del Coniglio, durante lo stacco pubblicitario ho sentito la notizia definitiva: Antonella Clerici ha scritto un libro.
Sì, sì, lo so, cani e porci scrivono libri nonostante a malapena sappiano tenere una penna in mano… eppure per me sapere che proprio LEI ha scritto un libro ha fatto accapponare la pelle.
Cioè, lei sì e io no?
L’Odyosa Femmina sì e io no?
Quella “bara ambulante” sui tacchi (cit. lib. la signora Chiarina) sì e io no?

No, signori, non va bene. Non va affatto bene.
Ecco l’appello che vi faccio.
Trovatemi un argomento qualsiasi, datemi uno spunto, e io mi metto a lavorarci su. Vi prego, aiutatemi. Non esiste che la Clerici pubblichi libri e io niente. No, cioè, non esiste. Come minimo lo devo scrivere.
Poi vediamo se qualche filantropo che come me ha in totale disamore  l’Odiosa Femmina è disposto a pubblicarlo.

“Senta, scusi, vorrei sottoporle il mio romanzo/raccolta di racconti/saggio breve/elenco del telefono…”
“Sì, ma perché lei, perfetta sconosciuta, dovrebbe aver scritto qualcosa di interessante?”
“Perché la Clerici ha pubblicato un libro.”
“Diamine, mi faccia vedere immediatamente. Anzi, no, non perdiamo tempo. Lo pubblichiamo sulla fiducia.”

Muahahahaaahhhrgh.. Sarebbe figo.

Oh, attendo proposte numerose, eh? Dai, dai. Aiutatemi, è per una buona causa.

12 Responses to “Hovvistolaluce!

  • ciofo
    9 anni ago

    Fossi in te coglierei la palla al balzo!!

    titolo: “Diffamazione di passatempi innocui attraverso i secoli”

    sottotitolo: “tutte le menzogne e le leggende metropolitane sui Giochi di Ruolo, videogiochi, giochi di carte collezionabili, cartoni animati e fumetti giapponesi che sono state diffuse da gente che palesemente non sapeva nemmeno di cosa parlava”

    Cerca in rete, vedrai che di materiale ne trovi 😉 poi per i videogiochi chiedi allo Stilgar.

    Successo assicurato B-)

  • la morte della giustizia in Italia (azz!)

  • Nikochan
    9 anni ago

    io scriverei una storia d’amore strappalacrime che però a metà si trasforma senza preavviso alcuno in un horror truculento, e finisce sotto forma di libro di cucina. successo assicurato!

    P.S. mi devo ricordare di portarti qualche gadgets del ruggito del coniglio!

  • Ma no, non devo darti nessun suggerimento…piuttosto dobbiamo trovare qualcuno che scriva il libro e poi tu ci metti il tuo nome…così come ha fatto la Clerici 😆

  • @ciofo: è un’idea, in effetti!

    @stone: te vai a pescare in un lago pieno di barracuda, eh!

    @Val: ottima idea! Ma io mi fido solo di te. Me lo scrivi un libro, eh? Eh? EEEEH? XD

  • Oddio NAICO, sarebbe bellissimo se non ricordasse un po’ Dal Tramonto all’Alba… però il dettaglio del libro di cucina è avantissimo, devo sfruttarlo!

    PS: GRAZIE!!! 😀

  • normale amministrazione ormai… 😉

  • in accordo con Ciofo scriverei un libro su come cose del tutto innocenti vengano travisate attraverso contorte dinamiche di ignoranza e passaparola fino a diventare notizie assurde di telegiornale.
    Di esempi ne trovi a palate sul TG5 che frega i video da YouTube e li spaccia per scoop suoi (sbagliando/modificando oltretutto il contenuto), poi le numerose lettere allucinanti di madri preoccupate che i loro figli abbraccino il satanismo perchè giocano a D&D, guardano cartoni giapponesi, si pettinano come i cantanti e mangiano integrale, oppure di come in manifestazioni canore sacre come Sanremo vengano esclusi artisti ritenuti non all’altezza e poi si permetta l’esibizione vergognosa di Emanuele Filiberto, eliminato e poi ripescato pure.
    E poi tu ti scandalizzi perchè Antonellona ha scritto un libro? L’hanno scritto anche: 1)Noemi Letizia, una settimana dopo la scoperta dei suoi rapporti filiali con Berlusconi; 2)Patrizia D’Addario, dopo i suoi rapporti biblici con Berlusconi (che a Sanremo presenta anche disco-film-opera e non so cos’altro); 3)Giusy Ferreri che l’hanno pescata dalla fogna con una canzone e adesso è diventata ‘sto cazzo; 4)Walter Veltroni…….. (non ci sono commenti)

  • @stone: e ciò è anche un po’ triste, a pensarci!

    @Rea: guarda, l’Odyosa Femmina è la mia nemesi personale, quindi è la classica goccia che fa traboccare un vaso già pieno di cacca olezzante… cioè, scrive libri anche Emilyo Fydo, la Clerici dopotutto è molto più innocua…
    Per l’idea credo che ci farò un pensierino, ma credo sia una delle tante battaglie perse e soprattutto ci tengo un po’ alle pareti del mio stomaco, per l’ulcera perforante c’è sempre tempo, no?

  • ECCOMI (una sega, ma chi t’ha sciòrto? O anche chi ti càa, boia, parevo stiantato)!
    Un lybro? La Clerici? Ma tu dici quell’oggetto con la su’brava copertinina, eppoi seconda, terza e quarta di copertina? E che in mezzo cià mille e mille foglietti (ma no, nel caso suo qualcosina in meno, eh? Eh?) pieni di frasi di senso coNpiuto che magari seguono un filo logico? La Clerici? Sì, ma la domanda è: nella terza di copertina ce le fa’ vede’ le pvppe? Eh? Son diventato grève, triviale&scvrrile, lo so, ma con quest’aria che tira è il minimo; diciamo son diventato un filino più ignIorante.
    Post scriptum serio: bello il blog, mi piace, capiterò più spesso. Se ti garba, eh.
    Salvti (e basta, a una signora altro non si confà – senza rima, per i motivi in precedenza, oiòi sto facendo una figuruccia…).

  • Ti suggerisco un bel titolo, da cronista d’assalto: “Punti (di sutura) – storia di una precaria cassiera ordinaria determinata a tempo determinato in un orribile supermercato”.
    Filo conduttore? Vo: massaje agguerrite a caccia di punti per la padella antiaderente e/o il tostapane che il marito glimportunasega®, fo colazione ar bàrre, clienti vincenti dirigenti d’azienda (qui il Papero© ha altro che voce in capitolo), come il loro SUV (acronimo di Sei Un Vigliacco) parcheggiato nell’area invalidi, colleghe stronze, direttori altrettanto stronzi e il gran finale, con l’assunzione a tempo indeterminato alla Comunità Montana Media Valle del Serchio (quella domandina inoltrata per ischerzo due anni fa), ovvero meglio gli animali delle bestie.

  • OIOIOIOIOIOI!!!

    L’Avviatura! Qui! Da me! Doposecolideidecoliàme!
    Oddio che emozione!
    Manco fosse l’avatar del Papero©!

    Io àmola! La prego, venga a pranzo da me! Le cucino la Cleryci (spurgata bene bene, sennò è peggio del pesce palla), con una ricettina del prode Bigazzi che se lo incontro co’ la vespa lo stiaccio ben bene!
    Seguirò pedissequamente i consigli suoi libreschi! Ma dunque anche Lei ritorna a scrivere di facezie blogghesche?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.