Les voyageurs

Hyde Park, day #1.




Fosse per me, ripartirei ora, adesso, subito.
Per andare dove? Non importa.

Però anche rimanere qui, cercare un terzo lavoro, litigare pazientemente con idraulici e/o caldaisti, dannarsi con la fibromialgia e le temperature rigide, osservare il proprio già triste conto in banca assottigliarsi sempre di più e combattere contro il freddo a Montegiovi ha un suo fascino.

Non ho ben capito quale, in realtà.
Forse scriverò due righe sul Galletto.
E sull’Entroglifero, che c’ho da arredare casa.

4 Responses to “Les voyageurs

  • Io sul Galletto, no eh? Vabbé, ciao Lyppina.

  • Ma "qui" è Montegiovi o Hyde Park?

  • utente anonimo
    10 anni ago

    questa foto è bellissima! cavoli, quante cose mi son persa!

    muflone (byondo ossigenato), anzi byo-flone, per l’ccasione

  • @Plas: come no? Oddio? ARGH! ORGH! URGH! Controlla fra un pochino, vai XD

    @Ziogil: qui, ahimé, è Montegiovi, anche perché dice che Hyde Park attualmente non è edificabile, dannaz. Però, ora che ci penso, il capanno delle papere…

    @Muflons: te ne devo raccontà un botto! Viva!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.