Loading…

E’ vero, sono latitante.
Ma come spesso accade, sono a un bivio e non so cosa succederà nel futuro immediato. Poiché appartengo alla corrente di pensiero “non ci credo ma ci spero” riguardo alcuni fenomeni sovrannaturali / filosofie assortite / creature fantastiche & mitologiche, in una visioone del tutto dylandogghiana dell’universo, mi concedodi tanto in tanto un po’ di scaramanzia, che in questo caso specifico si traduce nel fatto che preferisco non sbilanciarmi su nulla. Insomma, un etto di battute sprecate per dirvi -cosa? Niente.
Però ormai sono qui, e dopo tutto ci sono millemila altre cose da condividere…
Cosa preferite, il menù di stasera, ovvero un paio di tranci di salmone da marinare e gustare a tocchettini accompagnati da champignon a fettine con scaglie di bufalino stagionato (ovvai)? Un paio di tirate lunghe sulla precarietà della salute in generale, e più specificamente della mia, che ha un equilibrio mooooolto delicato da tener sempre presente, altrimenti TA-TAHN – giù dolori? Oppure una disquisizione sul nostro prem- OPS! ex premier e sui suoi amichetti e su quanto ancora la loro presenza nelle nostre vite sarà opprimente, di strascico o da lontano – che poi lontano mai sarà?
No.
Preferisco condividere con voi la mia gioia. Nella mia umile vita c’è solo una cosa, dopotutto, solo una singola cosa che non ha ancora trovato una sua strada (ed è il lavoro, niente di originale rispetto al resto del mondo). Per il resto, ho avuto talmente tanta fortuna con le scelte che ho fatto e per i casi della vita non dipendenti da me che non posso fare a meno di sentirmi il cuore pieno.
E’ vero, ci sono tante cose che non ho mai fatto e mai farò, persone che avrei potuto conoscere etc etc etc… ma che importa di ciò che non è stato? Se ne sa una sega, soprattutto? NO! La cosa che conta è che ciò che è stato ha portato a ciò che è adesso: una figata.
A parte l’incredibile sequela di coincidenze e trinagolazioni astrali che mi ha portato a condividere (informalmente, per ora) proprio questa casa qui con proprio quel lurker là, l’altra sera ho chiamato il buon vecchio Cbicp e mi sono ritrovata a pensare a quante belle persone ho avuto la fortuna di conoscere negli ultimi 10 anni. Persone che non avrei avuto la speranza di incontrare altrimenti, fra l’altro. Molte fra queste le ho conosciute tramite questo blogghino che ormai perdura dal 2003 e che si è trasformato, spostato, privatizzato, riaperto, sviscerato and so on… una cosa che un social coso qualsiasi non può fare (anche se riconosco senza difficoltà la sua immensa utilità per rimanere in contatto con gente che già si conosce). Mi si sono quasi inumiditi gli occhietti. E un altro aspetto esaltante della questione è che gli amici sono preziosi e quindi è un gran bel regalo condividerli. E’ bello quando fai da ponte e vedi cosa succede. E’ bello sapere che tutte quelle splendide coincidenze sono servite a qualcosa.
Adoro questa sensazione di pienezza. Di soddisfazione. Di affetto profondo verso un numero davvero consistente di persone. Indipendentemente da quanto o come ti frequenti.
Sto bene.

(Ecco, scaramanzia vuole che quando uno dichiara che le cose vanno bene, indubbiamente succede qualcosa di orrendo per pareggiare i conti. O vediamo cosa succede adesso. Se mojo – grat grat – mi raccomando, fate tesoro! Mai dire che ci si sente soddisfatti, MAI!)

(E beccatevi ‘sto video, va’. Quando uno dei tuoi allievi ti propone di suonare un pezzo del genere, non puoi non sentirti orgoglioso e gonfio come un pavone in amore)

6 Responses to “Loading…

  • E’ bello quando una persona può dire, come te, di avere avuto la fortuna di conoscere tante persone positive. Io non sono fra quelli che possono dirlo, purtroppo. Non perché non ne abbia conosciute affatto, ma sono moooolto poche…
    A proposito (di che?), i tuoi sassolini come vanno?

  • ciofo
    8 anni ago

    Quindi l’hai avuta vinta sull’autoclave, obbrava! 🙂

    eeeeh si quanta bella gente da queste parti 😀 peccato poi ci si vede poco ma in fondo l’importante non e’ vedersi tanto ma vedersi bene (ok non vul dire una ceppa ma come frase e’ figa 😉

  • benritornata Lyppuccia…
    ps
    ritorni sorprendenti!

  • Ma quanto sei bella? No, dimmelo, quanto sei bella? hai una vaga idea di quanto tu sia una bella persona sia dentro che fuori??
    La tua amica di dolori e salute precaria, ti regala urla di positività a valanghe!!! 😉
    E ricorda… sei belliFFima! 😀

  • Non hai idea di che sensazione positiva mi ha dato questo tuo post. Mi ci voleva proprio grazie Lypsak!!!

  • @Idabeth: però va bene anche quando sono poche ma strabuone, no? I sassi son sempre lì, ma finché stan fermi e buoni tutto bene 😀

    @ciofo: macché, l’autoclave mi odia, ma io ricambio con malcelata indifferenza… E sì, la frase è figa XD

    @Stone: vedrò di farmi vedere più spesso! 😀

    @Ale: tu mi metti in confusione totale, come sempre, maledetta creaturina soave! Non so mai come risponderti… mi toccherà viziarti la prossima volta che vieni 😀 (presto!)

    @Lysa: meno male! almeno contraccambio 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.