Mais oui, déshormais.

Giusto per sghiarificare… no, non mi riferivo all’offensiva ricorrenza che molte donne deprecano, io compresa nonostante risponda “grazie” a chi mi fa gli auguri direttamente perché non vale la pena di offendere la gentilezza di un amico caro.

No, mi riferivo a un’altra cosa.

Molti di voi sanno che sono figlia unica.

Pochi sanno che non è sempre stato così.

Ma non perdiamoci in triste perle. Non perdiamoci in ricordi di margherite, né di giochi messi da parte per chi doveva arrivare a breve. Non ci perdiamo, perché la vita, dopotutto, è una.

Un po’ incomprensibile, se volete, ma pur sempre unica.  E preziosa, direi.

Sarebbe bello se fossimo immortali come l’arte, e allo stesso modo misteriosi e chiari allo stesso tempo.

7 Responses to “Mais oui, déshormais.

  • per rendersi immortali come un’opera d’arte bisognerebbe fare della propria vita un’opera d’arte…

  • Bisogna attrezzarsi, mi sa!

  • personalmente, e scusate se urterò la sensibilità di qualcuno, con quello che mi sta succedendo preferisco non essere immortale

    (CippaLyppa, messaggio privato su Splainter)

  • sì mi sa di sì 🙂
    Reuccia, non ti è ancora passato? :’-(

  • Mi ripeto, spetta: MAPORK£$%&(&)$@$%!!!!!!

  • commossa….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.