Metereopatia

La mia psicologa dice che il tempo atmosferico influenza solo per un 10% l’umore, e che se uno dice di "risentire del tempo" in realtà è nervoso per qualcos’altro.
Questa penso sia una delle poche cose con la quale non sono pienamente d’accordo con lei.
A lungo andare il tempo, il buiùme di una giornata senza sole, le cose che devi rimandare perché piove o potrebbe piovere ti logorano dentro. Ti fanno girare le scatole. E se a queste cose, che ci sono sempre state, ci aggiungo gli effetti meravigliosi della fibromialgia… fanculo, sono mesi che aspetto l’estate, quella calda, non umida, CALDA, col sole che ti secca la pelle, dove ovunque si frigna per la siccità (che magari nemmeno c’è, son le tubature che hanno 60 anni le responsabili, ma tralasciamo)… due mesi, ca$$o, oh voi divinità olimpioniche, me li vorrete concedere due mesi di caldo?
NO.

In compenso la diga di Montedoglio è piena.
No, niente caldo, cara la mia Lypsak. E se verrà il caldo, subito tutti si lamenteranno perché è caldo.
Ma porca miseria, è ESTATE, ma che vi aspettate? La neve?

Scusate, sono molto suscettibile.
Sarà anche per via di sabato e domenica. Cosa è successo, ve lo riassumo in breve.

Sabato
Ore 9.30: L inizia a prepararsi per cucinare tutto il giorno. Va a fare la spesa, si chiede se allora si deciderà di fare il live o no, ma intanto cucina perché non si sa mai.
Ore 15.00: si decide di tentare. L si sderena per cucinare.
Ore 16.30: L e N vanno a fare la seconda spesa, quella della roba deperibile da prendere solo nel caso in cui si faccia l’evento.
Ore 18.30: L va a lavorare e manda N a fare la terza spesa perché lo stufato potrebbe esser troppo poco.
Ore 21.30: L torna dal lavoro e si rimette a cucinare con N.
Ore 23.30: L va a letto distrutta dividendo il suo lettino con N, come tante volte han fatto a Siena.

Domenica

Ore 1.15: L va ad aprire a D, che quella notte sarà suo ospite al piano di sotto. Torna a letto.
Ore 1.20: N ha un attacco  d’asma. L non ha nemmeno la forza di confortarlo, non riesce ad articolare le parole perché continua a riaddormentarsi in una specie di incubo-dormiveglia.
Ore 4.04: B manda un sms a L lamentandosi perché piove e chiedendosi cosa fare. L a malapena si rende conto della cosa.
Ore 6.00: A manda un sms a L per sapere che fare. Piove, o forse no, o lì sì e lì no. L chiama S perché alle 6.30 deve prendere il treno da Bologna per avvertirlo di non salire. Altre telefonate. Troppe. Infinite. A tutti.
(nel frammentre) ore 6.30 (mi pare): N ha un altro attacco d’asma. L non sa più se mettersi a piangere o sterminare tutti i santi del paradiso.
Ore 7.15: dopo un’ultima telefonata a Firenze, L si rimette a dormire.
Ore 7.30: smette di piovere.
Ore 8.30: la mamma di L la sveglia per chiederle se davvero vogliono rimandare il live visto che c’è il sole. L bestemmia in settemila lingue e intima a D (che nel frattempo si è alzato, svegliato dal nubifragio) di ritornare a letto.
Ore 10.15: D va via e L si alza per salutarlo.
Ore 10.30: L ha appena ripreso sonno quando arriva A in moto sotto casa sua e lui e il babbo di L si mettono a chiacchierare amabilmente sotto la sua finestra aperta. L vorrebbe sclerare ma ha troppo sonno.
Ore 11.30: L capitola e lei e N si alzano, esausti.
Ore 13.00: L, N e la mamma di N si industriano per congelare tutto quanto cucinato il giorno prima.
Ore 15.00: finalmente, e sottolineo, FINALMENTE si rimette a piovere. Peccato che dove dovremmo aver fatto il live ancora il cielo è bello chiaro.
Ore 15.10: Straripa la Chiassa. A malapena raggiungiamo Montegiovi.

E per aggiungere un bel VAFFANCULO, il live per forza di cose viene rimandato al 18 luglio.
Io sono a lavorare a Siena Jazz e non posso andarci.

Poi c’è chi mi fa notare che questa settimana ho bestemmiato come mai in vita mia.
HE.

3 Responses to “Metereopatia

  • Lysa206
    10 anni ago

    Dire che è stato un week difficile è troppo troppo poco….

  • Solidarieta’ 🙁

    Per quanto puo’ fare -__-

  • @Ly: diciamo molto rocambolesco… e fastidioso. Ma parecchio!

    @ciofo: la solidarietà fa sempre bene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.