Noir. Lumière. Exit.

No, no. Non voglio pensare al grandissimo figlio di pu**ana che mi ha intasato il blog con qualche malware che il supremo Val ha rimosso con amore e dedizione (grazie, grazie, grazie, grazie…).
E nemmeno ai luridi ammassi di m3rda che mi hanno truffata (chiudiamola qui, per il momento).
E nemmeno alla mia ingenuità, alla mia buona fede, al fatto che non riesco a schiodarmi da una situazione lavorativa incerta, al fatto che i soldi non bastano mai perché oggettivamente non possono bastare, alla fibromialgia, ai calcoli, ai medici, a tutte quelle cose che non funzionano e che mi assillano la mattina quando mi sveglio, mi portano alle lacrime, mi impediscono di godermi i bei momenti fino in fondo, si approfittano di ogni momento di stanchezza e mi sensibilizzano così tanto che non riesco più a valutare oggettivamente e lucidamente le situazioni.

No. Voglio pensare ad altro.

Voglio pensare alla gente che si è fatta in quattro per darmi una mano ogni volta che le ho chiesto di aiutarmi.
All’entusiasmo di Imp.Bianco quando gli ho proposto quella faccenda di maggio (seguiranno spiegazioni).
Alla bella giornata trascorsa con la Ghià a sentire gente per la succitata faccenda.
A quante volte Val mi ha tolto castagne informatiche dal fuoco.
A Hachi e al Menco che anche adesso che sto scrivendo mi tengono occupata su msn e mi impediscono di pensare a tutto quel che mi tormenta.
A un amico avvocato che mi ha soccorsa mentre ero nella valle di lacrime – e spero me ne tiri fuori.
Alle persone a cui penso volentieri, tra cui molte che frequentano questo blogghino, o ci lurkano dentro.
A quella persona là che c’è sempre, anche con una buona ottantina di chilometri nel mezzo.
Al fatto che – vaffancu£o – devo reagire e posso farlo, perché non sono da sola.

No, maledizione, no.

9 Responses to “Noir. Lumière. Exit.

  • Maremma zuccherina!

    Ok, ok, un mio vecchissimo amico barbuto diceva esattamente cosi: Hoketi Poketi Waketi Wa Tutto quel che serve è Qua!! Higitus Figitus Figistum Fuum Prestidigitorium!

    Prova a dirla, magari funziona!!! E la mia compagnia per te su msn, è sempre qua! 😉

  • ciofo
    9 anni ago

    Pensi che una cinquantina di numeri de “i fantastici 4” di una ventina d’anni fa ti potrebbero tirare su? :-/

    Senno’ ho gli X-Men sempre di quel periodo, oppure Devil, oppure Thor, insomma chiedi, magari l’omoragnolo da solo ormai un’gliela fa…

  • leggendo mi rendo conto che non è proprio un bel periodo neanche per te…anche io ho mille problemi che non so davvero come risolvere ma la vita va avanti con alti e bassi e spero e ti auguro che da ora in avanti ci siano molti più alti che bassi!

  • @Hachi: ci proverò, sempre che non mi intrugli nella formula 😉 E grazie per la compagnia!!!!

    @ciofo: l’Omoragnolo si difende sempre bene, ma in effetti ogni tanto più che guardarmi con occhioni languidi non può fare 🙂 Forse anche un pranzetto da sbrano potrebbe aiutare!

    @Martina: e io lo auguro a te di rimando, che mi sembra che fra tutte e due… 🙂

  • un applauso per Val allora… hip hip urrà!

  • @stone: [applausi rotolanti!!!!!]

  • PaoloPlas
    9 anni ago

    Anch’io, come Stone, mi associo agli applausi per il prode Val.
    Quando mi è apparsa la schermata “blog malevolo” mi è preso un colpo. Ma chi? Ma come? Ma chi cazzu? Qui ci vorrebbe proprio una maledizione modello Alex Drastico all’indirizzo del simpatico minchione autore del misfatto tecnocaghereccio.
    Ma per fortuna tutto è ripreso a girare per il verso giusto… oddio, non proprio, mi sembra.
    Peeerò, contro la sfiga, un rimedio casereccio ce l’ho: una bella grattata di palle e passa tutto. Ah già, tu sei purtroppamente fimmina… ehm… vabbè, ci si sente, eh?

  • Reginaindiuno
    9 anni ago

    :-O Ecco cosa era!! Firefox mi diceva che il sito era malware (che non so neanche cosa vuol dire ma il prefisso “mal” non era di buon auspicio) e io non ci tornavo. Ma sembrava così strano,….mai successo niente passando da qui…a parte tante risate 🙂
    Cmq, come diceva il poliziotto Uber: tutto è bene quel che finisce bene. Per la sfiga, mettiti le mutande al rovescio. E ogni tanto toccati la tetta sinistra con la mano destra….le donne peruviane fanno così….
    Ciao! Regina.

  • Forza Lypsak che sei una tipa tosta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.