Brasato alla birraNo, cari miei, questa non è una ricetta alla CAZZODICANE, no, no, no…

stavolta c’è una premeditazione, uno studio… ma alla fine sempre un po’ a caso sono andata! quindi beccatevi questa ricettucola provata proprio oggi.
Di fatto ho voluto cimentarmi in un piatto di carne a cottura lunga (brasato, stracotto……), ed ero stra-sicura di voler fare un piatto a base di VINO (tipo, chi non conosce il brasato al Barolo?), ma poi all’ipercoppe mi son detta:
“ma perchè non la birra? e perchè non la birra rossa doppio malto che ti piace TAAAANTO?”
…. e allora BIRRA SIA!

Ingredienti:

-un taglio magro di bovino adatto alla cottura lunga (io ho guardato le indicazioni al reparto macelleria, quindi non chiedetemi di più!)
-pancetta di maiale a listarelle
-birra a scelta (io ho usato la  rossa doppio malto)
-una o due cipolle
-una o due carote
-olio o burro
-sale e pepe QB
-fecola di patate (opzionale)

Come ho fatto:

Per prima cosa ho “steccato” (o lardellato, mi par di capire che son sinonimi…) la carne: in teoria ci vorrebbe il coso…. sì, insomma, quella specie di spillone/uncino o sonasegaio adatto a questa procedura… ma io non ce l’ho! quindi mi sono aiutata coi miei fidi Miracle Blade III Serie Perfetta (sìììì quelli dello Chef Tony!) e ho praticato delle incisioni nella carne, inserendo delle listarelle di pancetta. Ho poi legato il pezzo con lo spago da cucina, per ottenere una roba come quella in figura.

Brasato alla birra

Ho poi tagliato a pezzettini le cipolle e le carote, ho aggiunto anche un po’ di pancetta avanzata e fatta a dadini, e ho messo il tutto con la carne in una bacinella con la birra (ne ho usate 2 da 33cl, peccato non mi siano avanzate…. ma erano le 8 di mattina, via, non sottilizziamo…).

Brasato alla birra
dopo una marinatura di 2 ore, ma anche meno, o anche più, insomma fate vobis, ho scolato le verdure, le ho trasferite nel tegame di cottura con olio EVO e le ho soffritte un po’. Ho aggiunto la carne, l’ho rosolata nei quattro lati, rischiando di sbrucicchiare un po’ tutto il tegame, e poi ho aggiunto tutta la birra.

la cottura va fatta a fuoco lento per un paio di ore col tegame coperto, poi però va scoperto per far ritirare bene la birra. aggiustate di sale e pepe a piacere.

se vi va, alla fine togliete al carne e aggiungete poca poca fecola di patate al sughino di birra/verdure, che così si addensa molto bene e fa la cremina. Frullatela, o anche no, insomma a gusto.

Slegate e tagliate la carne e servitela, il risultato è quello della foto in alto. Certo, non ho tagliato molto bene, lo ammetto, e anche il vassoio da portata è tutto schizzato di sughino…
ma alla famigliola è decisamente piaciuto!
da riprovare con birra chiara o vino, of course.

Che ne dite?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...