Cinnamon Rolls

Per la rubrica
“LE RICETTE ALLA CAZZODICANE DELLA ALICE”
(ovvero quelle create confrontando tipo 4 o 5 ricette trovate su internet, aggiustate a occhio in corso d’opera e che alla fine ti fanno dire “mah, si, vabbe’, non male…”) presentiamo
LE CINNAMON ROLLS MIGLIORABILI
(leggere le precisazioni in fondo alla ricetta.)

Ingredienti per circa 10 rolls alte come quelle che ho fatto io:

300 g di farina
110 g di latte
35 g di zucchero
35 g di burro
mezzo cubetto di lievito di birra
1 uovo
un pizzico di sale

per la farcitura:
zucchero di canna
cannella in polvere
burro

per la glassa:
zucchero a velo
acqua

Procedimento alla cazzodicane:
sciogliere il lievito nel latte appena tiepido, e aggiungere anche lo zucchero (tutto, o solo una parte, per me è uguale, tanto quello che resta lo metterete nell’impasto dopo); dopo un po’ dovreste aver ottenuto una bella schiumina di lievito attivato.
Sciogliere il burro, al microonde o a bagnomaria, è uguale via, e poi mischiare tutti gli ingredienti a casaccio, tanto l’importante è il risultato finale: nel mio caso, ho aggiunto l’uovo e il latte+lievito al burro, e poi dopo averli mescolati, ho aggiunto la farina, il restante zucchero e il pizzico di sale.
Impastare tipo pasta della pizza fino a che non viene una bella pallina morbida e liscia: rispetto alla pasta della pizza sarà più untina e gialletta….. per forza, c’è burro e uovo….
lasciar lievitare almeno un’ora, o se siete in Cassa Integrazione o avete tempo da perdere, anche più…
trascorso il tempo armatevi di mattarello e spianatoia (o di mattarello e superficie piana di cui vi fidate) e stendete la pasta formando un rettangolone col spessore di circa mezzo centimetro.
Spennellate il rettangolone con del burro fuso (usando il pennello, un cucchiaio, le mani… sarà uguale…) e cospargete di generoso zucchero di canna e cannella in polvere. Se volete potete premiscelare prima queste cose, ma dovrebbe venire buono uguale anche se non lo fate… ah! Ovviamente QUANTO burro, zucchero e cannella dipende da voi eh!
Arrotolate lungo il lato corto, chiudendo il rotolo meglio che potete, poi tagliatelo a fette di circa 2 cm di spessore. Mettete a lievitare le rondelle su carta da forno già sulla placca del forno per una mezz’oretta.
Cuocete a 190°C per circa 10 minuti: non devono essere troppo biscottate, ma ancora morbide.
Una volta divenute un po’ più freddine, cospargetele di glassa: credo che siano buone anche senza glassa, e ero pure tentata di non metterla perchè non volevo sbattimenti ulteriore, ma questa glassa è la più semplice del mondo, e allora si può fare: in pratica aggiungete pochissima acqua allo zucchero a velo, ma davvero poca, meglio andare goccia a goccia e mescolare via via, perchè il risultato deve essere una cremina bianca piuttosto densa.
Su quanta glassa mettere -SCARSA-MEDIA-UN BARILE- fate voi, ovviamente…
et voilààààààààà!!!!

E ora le considerazioni finali:
-la ricetta è migliorabile perchè trovo che la pasta, presa da sola, sia troppo poco dolce, il che va bene se addentate la zona glassata e con zucchero e cannella, ma altrimenti mi pare un po’ “anonima”: la prossima volta io provo con più zucchero nell’impasto.
-non ho specificato quale farina usare perchè tutti dicono cose diverse: 00, 0, manitoba, miscele segrete…….. boh sarà uguale, io ho usato la 0 ma sono andata parecchio a caso…
-lo zucchero per la farcitura è di canna, e trovo che sia ottimo, ma se volete usare quello bianco, fate pure eh…
-in USA io ho mangiato delle rolls ALTISSIME, tipo 7-8 cm, che erano messe a cuocere una accanto all’altra, in modo da formare una sorta di “panetto di girelle” tutte attaccate: per questa volta le ho fatte basse e cotte staccate l’una dall’altra (e infatti alcune si sono un po’ aperte in cottura), ma credo di riprovare anche la versione “alta e cicciosa” perchè è davvero goduriosa…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...