2013-03-19 palamita1Un pesce che adoro e che cucinerei in ventimila modi diversi è la palamita, che è rapida da pulire e da sistemare e si presta a qualunque preparazione… di solito la compro intera quando so di poter mangiare a casa per qualche giorno perché non mi piace congelare il pesce. Purtroppo, anche se la palamita è poco costosa (sui 10 eurini al kg, in cu£o al pesce spada che è tanto filoso quando lo cuoci!), è bella pesante, quindi un po’ di soldini al pescivendolo li lasci… Ma ci mangi giorni interi!

Per poterla avere sempre pronta all’uso e poi farci quel che mi pare, di solito procedo così.

Prendo la mia bella palamita, la incido, tolgo le interiora (che poi lesso per i gatti, sia mai che butto via qualcosa!) e la pulisco sotto l’acqua come indicato anche qui.
Poi la salo appena appena dentro l’apertura, aggiungo un rametto di rosmarino e la sistemo sulla teglia del forno con un goccio di vino bianco a farle compagnia.
La lascio cuocere in forno a 180° finché gli occhi non diventano bianchi (e non perdo tempo a cercare di girarla, tanto è pesantissima e non mi riesce mai), poi la tolgo e la spello subito come potete vedere nella foto, perché se si fredda poi è difficile farlo.

Generalmente tendo a cuocerla poco perché mi piace molto il pesce crudo, quindi quando è pronta separo subito la parte centrale (un po’ meno cotta, da usare subito) da quelle laterali (da tenere da parte per i giorni successivi) e comincio già a pregustare quel che ci farò subito dopo…

Se dovete stare leggeri, mangiatevela anche così con un filo d’olio EVO o di limone (e se non vi importa della pressione risalatela appena con un sale buono), o usatela al posto del tonno per farvi una bella insalatona mista 😀

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...