succhicchi ps

Intanto che cerco invano di dimenticare i biscotti che la mia amica Lucia ha incautamente portato all’ultimo banchetto fra amici, riparliamo di pesce, va’…
Visto che sulle cozze nostrane (allevate a dovere) anche Slow Food dà la sua benedizione, chi sono io per ignorarle?

Devo dire che mi piacciono un po’ in tutti i modi, ma come spesso accade la semplicità stravince… non ricordo chi fu a dare l’idea alla mi’ mamma, ero piccina, ma in compenso mi ricordo molto bene quante ne mangiai la prima volte che provammo a farle… CHILATE.

Visto che sono semplici da fare (anche se ci vuole più tempo che per il classico guazzetto) e piuttosto leggere, ve le consiglio sotto tutti i punti di vista 😀

Vi servirà ciò:

un sacchetto di cozze (o quante ne volete)
prezzemolo
limone
olio EVO
aglio
vino bianco

Fate aprire le cozze in un tegamone con un goccio di vino bianco, un ramettino di prezzemolo e una speccia di aglio vestita. Via via che si aprono tiratele fuori con una schiumarola o le pinze e mettetele a scolare e raffreddare in una ciotola.

Se avete tante cozze da fare e qualcuno che vi aiuta, man mano che le cozze si aprono prendete il vostro sguatt aiutante e fategliele sgusciare. Scegliete le valve più pulite e più belle (magari tutte le sinistre o tutte le destre, nel piatto sarà più facile disporle se sono tutte uguali) e sistematevi dentro due-tre molluschi a seconda di quanto sono grossi.

Intanto che lo schiav il vostro aiutante compirà questo lavoro di grande responsabilità, voi rilassatevi e preparate un’emulsione con un filo d’olio, un po’ di prezzemolo tritato e il succo di un limone. Una volta pronta, distribuitela sopra le cozze valva per valva.

Lasciate riposare in frigo fin quando non è ora di servirle. Magari evitate di prepararle la mattina per la sera o la sera per il pranzo… insomma regolatevi sennò diventano sòlle (e ricordare quale possa essere il vocabolo italiano esatto per tradurre tale aggettivo a quest’ora della domenica mi è impossibile).

IMPORTANTE: non vi azzardate a mangiare le cozze al succhicchio con la forchetta! Vanno succhiate via dalla comoda valva su cui le avete adagiate, sennò che succhicchi sarebbero? Eh, oh!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...