Pensa che ti ripensa

Il letto è stato adeguatamente cosparso di gommalacca e poi trattato con la cera d’api.

Son cose.

A volte rimango davvero inebetita dinanzi al cambiamento.
Che poi, di fatto, che cosa è cambiato?

Sempre più inebetita, sissì.

5 Responses to “Pensa che ti ripensa

  • "Confusa ma felice"  😉

  • Sai cos’è bello? Che qui -al solito- mi girano un po’ di casini, e poi mi son pigliata un raffreddore potente e mi girano le scatole. Poi vengo a trovare la mamma e mi metto calma.
    Sono contenta che stiano girando le cose per il verso giusto.

  •  Anche io sono in fase di semi cambiamento, ma non così ben identificabile

  •  @Val: già! era anche l’ora, diciamocelo.

    @Eli: succedeva anche a me quando avevi ancora i blogghi aperti!
    Dai che sabato ci si vede a Lucca… ti chiamo!

    @Rea: vedrai che dopo sfolla, e se non sfolla picchialo forte in testa. Si deciderà a districarsi… forse.

  • ciao Lyppa! (ritorni fiammeggianti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.